Principale Il Futuro Del Lavoro La cosa n. 1 che i millennial e i baby boomer non si capiscono a vicenda

La cosa n. 1 che i millennial e i baby boomer non si capiscono a vicenda

La contesa tra Millennials e Baby Boomers è un marchio del 21° secolo. Cercalo su Google e troverai migliaia di articoli che calunniano una generazione o l'altra. Cosa rende la loro discordia così affascinante? Le grandi rivalità nascono quando due contendenti possiedono punti di forza e di debolezza complementari: pone le basi per una concorrenza spietata.

Ma immagina cosa sarebbe possibile se, invece di litigare, i rivali si unissero e unissero le loro forze per formare una potenza unificata. Potrebbe non essere la partita più appariscente, ma Millennials e Baby Boomer sono davvero ottimi compagni di squadra. Ecco perché:

Baby boomer: la generazione 'ostinata e disconnessa'.

L'idea sbagliata più diffusa tra i Millennial dei Baby Boomer è che siano resistenti alla tecnologia e (considerando quanto il posto di lavoro sia inondato di tecnologia) questo rende difficile lavorare con loro. mentre lo fanno classifica il più basso nell'adattabilità, questo non significa che resistono alla tecnologia.

patrimonio netto di michael smith espn

Nel corso della loro vita, i Boomer hanno assistito a scoperte rivoluzionarie nelle tecnologie (bancomat, Internet, telefoni cellulari) che hanno completamente modificato il modo in cui viviamo e lavoriamo. Ma questi miglioramenti sono stati rilasciati a un ritmo molto più lento rispetto al ritmo con cui la tecnologia si evolve oggi.

Il problema del Baby Boomer non è un rifiuto di utilizzare la tecnologia o una mancanza di entusiasmo per essa, ma forse un maggiore bisogno di formazione/on-boarding.

I baby boomer sono al primo posto come membri costruttivi della loro organizzazione. In media, lavorano circa 47,1 ore a settimana, 8,3 ore in più rispetto ai tipici Millennial e più di 40 percento dei boomer sono stati con un datore di lavoro per più di 20 anni. Questo li rende ottimi mentori per i Millennial che stanno ancora scalando le classifiche.

Saggezza, lealtà, perseveranza e intraprendenza sono forti descrittori di questa generazione.

Millennials: la generazione 'pigra e con diritto'.

L'idea sbagliata più comune che i baby boomer hanno sui Millennial è che non hanno una forte etica del lavoro. Si presume che dipendano troppo dalla tecnologia per pensare da soli o connettersi umanisticamente con il mondo reale, il che li rende pigri e con cui è difficile lavorare.

In verità, i Millennial lottano con sfide che nessun'altra generazione ha ancora affrontato, come debiti incredibilmente alti e costosi titoli di studio universitari che non hanno più lo stesso valore. Queste sfide hanno modificato il modo in cui i Millennial danno priorità al lavoro e alla vita. Ma i movimenti sociali e professionali che i Millennials hanno ispirato sono la prova che 'pigro' non è una rappresentazione accurata.

Con poche speranze di libertà dal debito, i Millennial inseguono ciò che li rende felici invece di ciò che li rende ricchi. Non stanno scalando la scala aziendale: stanno avviando le proprie attività, guidando l'impatto sociale e riportando l'attenzione sulla comunità e sulla famiglia avviando o coinvolgendosi in cause influenti. Vedono il lavoro e la vita come un concetto integrato e si sforzano di fare carriera delle loro passioni. Dal momento che i loro diplomi universitari hanno fatto poco per accelerare le loro carriere, i Millennial hanno sete di conoscenza e bramano l'apprendimento attraverso le proprie esperienze e le esperienze degli altri, il che li rende studenti eccellenti per i Baby Boomers da mentore.

In particolare, i Millennial sono i primi nativi digitali. Veemente, innovativo, filantropico e imprenditoriale sono forti descrittori di questa generazione.

In che modo i baby boomer danno potere ai millennial.

La produttività e l'etica del lavoro della generazione del Baby Boomer completano perfettamente la passione, l'entusiasmo e la volontà di assumersi dei rischi della generazione del Millennio.

Insieme, i due potrebbero raggiungere un successo impensabile negli affari e nella filantropia. Poiché i Baby Boomer credono nella permanenza in carica, hanno maturato un'impressionante esperienza nel settore e sono i mentori e i leader ideali per i dipendenti del Millennio che hanno un'esperienza meno specializzata ma desiderosi e disposti a imparare.

In che modo i millennial danno potere ai baby boomer.

I millennial esperti di tecnologia sono preziosi alleati per i baby boomer, che potrebbero aver bisogno di un piccolo aiuto in più per navigare nel regno digitale in rapida evoluzione.

Nonostante l'età pensionabile, Il 45% dei baby boomer non hanno risparmi per la pensione e un numero crescente di persone intende lavorare almeno fino all'età di 70 anni. Sebbene ciò sia scoraggiante, la spinta della generazione Millennial per un maggiore equilibrio tra lavoro e vita privata fornisce ai Baby Boomer un maggiore accesso a tecnologia che consente loro di lavorare da casa o di godere di una pianificazione flessibile man mano che invecchiano e sviluppano un maggiore fervore per la vita fuori dall'ufficio.

A parte, i Millennial e i Baby Boomer intrattengono una faida stanca e non riescono a raggiungere il loro vero potenziale. Insieme, hanno una serie di punti di forza che li rendono una delle forze lavoro più potenti della storia.