Principale Crescere La scienza dice che il 3% più brutto delle persone guadagna più delle persone dall'aspetto medio (sì, davvero)

La scienza dice che il 3% più brutto delle persone guadagna più delle persone dall'aspetto medio (sì, davvero)

Gli scienziati sociali hanno da tempo familiarità con il ' effetto alone ' - il fatto che le persone belle sono percepite come più intelligenti, di maggior successo e più popolari dei loro fratelli meno attraenti.

quanti anni ha colleen lopez hsn

L'effetto di questo non è minore. Quando qualcuno è considerato più bravo, è più probabile che prenda una A a scuola. È più probabile che vengano assunti. Hanno più probabilità di essere eletti. Le conseguenze contano.

Tali conseguenze si estendono al posto di lavoro. Ad esempio, i laureati MBA attraenti finiscono per guadagnare più della media, e lo stesso vale per gli avvocati attraenti. È stato anche dimostrato che quando un amministratore delegato di bell'aspetto fa un'apparizione televisiva, la loro azienda vede spesso un aumento del prezzo delle azioni.

È interessante notare che la nuova scienza mostra che c'è anche un effetto sui guadagni dall'altra parte della scala.

La ricerca è stata condotta da Satoshi Kanazawa, psicologo evoluzionista presso la London School of Economics, e Mary Still, assistente professore di marketing e management alla UMass Boston. Il loro team ha analizzato i dati sui guadagni di migliaia di soggetti di età compresa tra diciassette e ventinove anni.

All'inizio, i risultati sembravano supportare l'effetto alone: ​​le persone più attraenti guadagnano di più di quelle meno attraenti. Tuttavia, questo era vero solo senza controllare l'intelligenza, la salute e la personalità. Una volta che questi sono stati controllati, l'importanza della bellezza fisica è scomparsa.

Ancora più sorprendente per i ricercatori è stato quello che è successo una volta che hanno separato il parte inferiore due gruppi. Studi precedenti hanno raggruppato persone poco attraenti e molto poco attraenti: sono appena diventate 'sotto la media'.

Ma una volta che Kanazawa e Still hanno separato le persone 'poco attraenti' e 'molto poco attraenti' in due gruppi, è emersa una tendenza interessante: il 3% più alto delle persone brutte in realtà ha guadagnato più del cinquanta per cento delle persone dall'aspetto mediocre o semplicemente brutte. .

I ricercatori hanno soprannominato questo il 'premio alla bruttezza' e l'hanno attribuito alla 'natura unica di individui molto poco attraenti'.

jionni lavalle data di nascita

È interessante notare che un altro studio ha confermato l'effetto in una sfera completamente diversa: la scienza. Ana Gheorghiu, una studentessa di dottorato presso l'Università dell'Essex, ha chiesto ai soggetti di guardare i primi piani di fisici e genetisti di tutto il mondo. Ai partecipanti allo studio è stato chiesto di valutare le immagini su scale di attrattiva e intelligenza, e il brutto ha prevalso di nuovo: mentre i partecipanti hanno dimostrato più interesse per gli scienziati attraenti, hanno valutato quelli più brutti come più intelligenti e capaci.

Vale la pena notare che il 'premio alla bruttezza' non regge assolutamente in politica. Studia dopo studia dimostra che il bell'aspetto è correlato al successo politico; la bruttezza non aiuta.

Tuttavia, il tema generale del brutto essere un vantaggio in determinate circostanze pone la domanda: 'Perché?'

Ci sono molte teorie su questo. Uno è che ci piace tifare per i perdenti. Un altro è che tendiamo a essere meno minacciati da coloro che sono meno attraenti, quindi è più probabile che li avanziamo nelle organizzazioni (promozioni correlate a una retribuzione più elevata).

Il politologo dell'Università di Berkeley, Gabriel Lenz, ha una teoria completamente diversa: 'La mia ipotesi è che, nei lavori in cui c'è un vantaggio nell'avere un bell'aspetto, se vedi una persona dall'aspetto divertente lì, deve avere un talento incredibile, perché è il solo così avrebbero potuto arrivare dove sono».

Qualunque sia la ragione, può semplicemente servire come un altro promemoria per cercare di non giudicare le persone dall'aspetto, in entrambi i casi.

Belli o brutti, siamo tutti umani e vogliamo essere visti non solo per il nostro aspetto fisico, ma per i doni che portiamo e i contributi che diamo.