Principale Creatività I vantaggi della riproduzione di musica aiutano il tuo cervello più di qualsiasi altra attività

I vantaggi della riproduzione di musica aiutano il tuo cervello più di qualsiasi altra attività

La formazione del cervello è un grande affare. Aziende come BrainHQ, Lumosity e Cogmed fanno parte di un business multimilionario che dovrebbe superare i 3 miliardi di dollari entro il 2020. Ma fa quello che offrono in realtà giova al tuo cervello ?

I ricercatori non ci credono. In effetti, l'Università dell'Illinois ha stabilito che ci sono poche o nessuna prova che questi giochi migliorino qualcosa di più dei compiti specifici che vengono allenati. Il produttore di Lumosity è stato persino multato di $ 2 milioni per false affermazioni.

Quindi, se questi giochi per il cervello non funzionano, cosa manterrà il tuo cervello sveglio? La risposta? Imparare a suonare uno strumento musicale.

Perché essere un musicista fa bene al cervello

La scienza ha dimostrato che l'allenamento musicale può cambiare la struttura del cervello e funzionare per il meglio. Può anche migliorare la memoria a lungo termine e portare a un migliore sviluppo del cervello per coloro che iniziano in giovane età.

Inoltre, i musicisti tendono ad essere più vigili mentalmente, secondo una nuova ricerca di uno studio dell'Università di Montreal.

'Più conosciamo l'impatto della musica sui processi sensoriali di base, più possiamo applicare l'addestramento musicale a individui che potrebbero avere tempi di reazione più lenti', ha affermato il ricercatore Simon Landry.

'Man mano che le persone invecchiano, ad esempio, sappiamo che i loro tempi di reazione diventano più lenti', ha detto Landry. 'Quindi, se sappiamo che suonare uno strumento musicale aumenta i tempi di reazione, allora forse suonare uno strumento sarà utile per loro'.

In precedenza, Landry aveva scoperto che i musicisti hanno tempi di reazione uditivi, tattili e audio-tattili più rapidi. I musicisti hanno anche un uso statistico alterato delle informazioni multisensoriali. Ciò significa che sono più bravi a integrare gli input dei vari sensi.

'La musica probabilmente fa qualcosa di unico', spiega la neuropsicologa Catherine Loveday dell'Università di Westminster. 'Stimola il cervello in un modo molto potente grazie alla nostra connessione emotiva con esso.'

quanti anni ha Charlotte Mckinney

A differenza dei giochi per il cervello, suonare uno strumento è un'esperienza ricca e complessa. Questo perché sta integrando le informazioni dai sensi della vista, dell'udito e del tatto, insieme a movimenti fini. Ciò può provocare cambiamenti di lunga durata nel cervello. Questi possono essere applicabili nel mondo degli affari.

Cambiamenti nel cervello

Le scansioni cerebrali sono state in grado di identificare la differenza nella struttura del cervello tra musicisti e non musicisti. In particolare, il corpo calloso, un massiccio fascio di fibre nervose che collega i due lati del cervello, è più grande nei musicisti. Inoltre, le aree che coinvolgono il movimento, l'udito e le capacità visuospaziali sembrano essere più grandi nei tastieristi professionisti.

Inizialmente, questi studi non potevano determinare se queste differenze fossero causate dalla formazione musicale o se le differenze anatomiche predisponessero alcuni a diventare musicisti. In definitiva, studi longitudinali hanno dimostrato che i bambini che fanno 14 mesi di allenamento musicale mostrano cambiamenti strutturali e funzionali del cervello più potenti.

Questi studi dimostrano che l'apprendimento di uno strumento musicale aumenta il volume della materia grigia in varie regioni del cervello, rafforza anche le connessioni a lungo raggio tra di loro. Ulteriori ricerche mostrano che l'allenamento musicale può migliorare la memoria verbale, il ragionamento spaziale e le capacità di alfabetizzazione.

Benefici di lunga durata per i musicisti

Studi di scansione del cervello hanno scoperto che il cambiamento anatomico nel cervello dei musicisti è correlato all'età in cui è iniziata la formazione. Non dovrebbe sorprendere, ma imparare in giovane età provoca i cambiamenti più drastici.

È interessante notare che anche brevi periodi di formazione musicale possono avere benefici duraturi. Uno studio del 2013 ha rilevato che anche quelli con una formazione musicale moderata conservavano un'elaborazione nitida dei suoni del parlato. È stato anche in grado di aumentare la resilienza a qualsiasi calo dell'udito legato all'età.

I ricercatori ritengono inoltre che la riproduzione di musica aiuti l'elaborazione del linguaggio e l'apprendimento nei bambini con dislessia. Inoltre, imparare a suonare uno strumento da bambino può proteggere il cervello dalla demenza.

quanti anni ha michael rooker

'La musica raggiunge parti del cervello che altre cose non possono raggiungere', afferma Loveday. 'È un forte stimolo cognitivo che fa crescere il cervello in un modo che nient'altro fa, e l'evidenza che l'allenamento musicale migliora cose come la memoria di lavoro e il linguaggio è molto solida.'

Altri modi in cui imparare uno strumento rafforza il tuo cervello

Indovina un po? Non abbiamo ancora finito. Ecco altri otto modi in cui imparare uno strumento rafforza il tuo cervello.

1. Rafforza i legami con gli altri. Questo non dovrebbe sorprendere. Pensa alla tua band preferita. Possono fare un record solo quando hanno contatto, coordinamento e cooperazione l'uno con l'altro.

2. Rafforza la memoria e le capacità di lettura. L'Auditory Neuroscience Laboratory della Northwestern University afferma che la musica e la lettura sono collegate tramite meccanismi neurali e cognitivi comuni.

3. La riproduzione di musica ti rende felice. La McMaster University ha scoperto che i bambini che frequentavano corsi di musica interattiva mostravano migliori capacità di comunicazione precoce. Sorridevano anche di più.

4. I musicisti possono elaborare più cose contemporaneamente. Come accennato in precedenza, questo perché la riproduzione di musica ti costringe a elaborare più sensi contemporaneamente. Questo può portare a abilità multisensoriali superiori.

5. La musica aumenta il flusso sanguigno nel cervello. Gli studi hanno scoperto che brevi raffiche di allenamento musicale aumentano il flusso sanguigno nell'emisfero sinistro del cervello. Può essere utile quando hai bisogno di una sferzata di energia. Salta la bevanda energetica e la marmellata per 30 minuti.

caran padgett o'pry

6. La musica aiuta il cervello a riprendersi. Il controllo motorio è migliorato nelle attività quotidiane con i pazienti colpiti da ictus.

7. La musica riduce lo stress e la depressione. Uno studio sui malati di cancro ha scoperto che ascoltare e suonare musica riduce l'ansia. Un altro studio ha rivelato che la musicoterapia ha abbassato i livelli di depressione e ansia.

8. L'allenamento musicale rafforza la funzione esecutiva del cervello. La funzione esecutiva copre attività critiche come l'elaborazione e la conservazione delle informazioni, il controllo del comportamento, l'assunzione di decisioni e la risoluzione dei problemi. Se rafforzato, puoi aumentare la tua capacità di vivere. L'allenamento musicale può migliorare e rafforzare il funzionamento esecutivo sia nei bambini che negli adulti.

E, per concludere, dai un'occhiata a questa fantastica breve animazione di TED-Ed su come suonare uno strumento avvantaggia il tuo cervello.

Correzione: una versione precedente di questa colonna riportava erroneamente il nome del programma di allenamento del cervello Lumosity.